Le migliori VPN del 2020: prezzi e caratteristiche

Le VPN stanno sempre più prendendo piede negli ambienti informatici, ecco perché è utile capire le loro caratteristiche e quali sono le migliori.
Le VPN stanno sempre più prendendo piede negli ambienti informatici, ecco perché è utile capire le loro caratteristiche e quali sono le migliori.

Le VPN si stanno sempre più diffondendo negli ambienti informatici, non solo per le ultime vicende mondiali, ma anche perché un po’ tutti si sono accorti di quanto siano utili e necessarie se si vuole più sicurezza online. Ci sono tantissimi servizi VPN presenti online, tutti che offrono nella pratica lo stesso servizio, ma ci sono alcuni che lo fanno meglio di altri, sia per qualità del servizio che per stabilità. In questo articolo andremo a vedere le migliori VPN attualmente sul mercato, analizzandone i pregi e i difetti, così da darvi un’idea generale.

Una VPN può fare comodo in varie situazioni, una di queste è quella che si sta diffondendo di più nell’ultimo periodo, cioè il lavoro da remoto, che rischia di essere poco sicuro se fatto senza utilizzare una VPN. Poi ci sono tante altre applicazioni possibili, alcune poco legali, magari si vuole solamente avere più privacy e sicurezza mentre si naviga, o si vuole apparire in una nazione diversa di dove si è realmente. Quindi una VPN può essere utile in molti ambiti, ed è sempre consigliato averne una.

Quali funzioni deve avere una VPN

Per essere utilizzabile e valida una VPN deve avere delle funzioni ben precise, che sono standard per tutte quante le VPN sul mercato. In generale una VPN deve garantire l’anonimato e la sicurezza di chi la utilizza, grazie a protocolli di decriptazione che cifrano i dati così da renderli non leggibili per i malintenzionati. Quindi una VPN per essere efficace deve essere affidabile, sicura e non deve inficiare troppo sulla connessione internet, così da non rovinare l’esperienza utente.

Commutazione larghezza di banda/dati/server illimitata

Il discorso della larghezza di banda illimitata rientra nella questione della qualità di connessione che una VPN deve garantire per non inficiare sull’esperienza di navigazione web. Delle VPN in passato, e molte VPN gratuite che però sconsigliamo vivamente di utilizzare, avevano dei limiti alla quantità di dati che si poteva scambiare con il server prima che la connessione decadesse. Per chi utilizzava una VPN per guardare contenuti in streaming o anche per intere giornate di lavoro era un limite troppo grande, insostenibile. Per fortuna attualmente quasi tutti i servizi VPN offrono una larghezza banda illimitata. Quindi questa è una delle caratteristiche principali che una VPN deve avere per essere considerata tra le migliori in circolazione.

Tunnel diviso

Per prima cosa è utile capire cos’è un tunnel diviso e perché è importante nel mondo delle VPN. Prima di tutto è utile sapere cos’è il tunneling: consiste nel creare un tunnel virtuale e segreto nella rete internet tra il nostro computer e il server VPN scelto, così che tutto il traffico in partenza e in entrata dal nostro PC venga scambiato dal server, e non dal nostro PC, rendendoci di fatto invisibili alla rete. Questa tecnica ha il grande vantaggio di renderci anonimi online e di mettere più al sicuro i nostri dati, ma ha lo svantaggio di rallentare la nostra connessione internet, poiché i pacchetti devono fare più strada e devono passare per il server.

Per questo molte VPN adottano la tecnica del tunnel diviso. In sostanza è una tecnica del tunneling parziale, infatti solo una parte di traffico passa per il tunnel e quindi per il server VPN, mentre un’altra parte viene scambiata normalmente tramite il vostro ISP. Questo porta un vantaggio principale, cioè che non tutto il traffico è rallentato dal dover passare per forza dal tunnel e quindi dal server, di contro il traffico che non passa dal tunnel non viene criptato e non gode della sicurezza tipica delle VPN. Ovviamente l’utente può scegliere quale traffico far passare per il server VPN e quale invece scambiare normalmente con la rete. Si può decidere, per esempio, che il traffico di una determinata applicazione passi tutto per il server VPN, mentre quello di un browser web che non si utilizza per lavorare passi normalmente per l’ISP, così da non essere rallentato.

Connessioni simultanee

Una buona VPN deve obbligatoriamente poter gestire più connessione simultanee, e le migliori VPN sul mercato lo possono fare senza problemi. Questa funzione non è utile tanto per gli utenti privati, che di solito utilizzano un dispositivo alla volta, ma per le aziende, per cui la gestione di molte connessioni contemporaneamente è un elemento fondamentale in quanto devono garantire una connessione sicura e protetta a tutti i loro dipendenti durante il lavoro.

Di solito, però, per avere più connessioni temporanee è necessario fare più abbonamenti o abbonamenti di livello superiore a quello base, perché quasi tutti i servizi commerciali hanno un limiti di dispositivi non altissimo per uso aziendale. Anche se, per le aziende, ci sono VPN specifiche realizzate appositamente per quel tipo di esigenze.

Smart DNS

Gli Smart DNS possono essere considerati, in un particolare ambito, dei sostituti delle VPN, anche se così non è, perché lo scopo che raggiungono è lo stesso raggiungibile con una VPN, cioè apparire in uno Stato diverso di quello di residenza, ma lo realizzano in modo diverso. Per prima cosa capiamo cosa sono i DNS, il servizio di Domain Name System si occupa di associare a stringhe di caratteri, come il nome di un sito, il rispettivo indirizzo IP, in sostanza è grazie ai DNS che riusciamo a navigare online digitando i nomi dei siti e non gli indirizzi IP numerici. Quando digitiamo il nome di un sito in un browser web il grande database dei servizi DNS ci rimanda al sito che abbiamo scelto, usando il server della nazione dove risediamo, nel nostro caso quello italiano.

Gli Smart DNS assolvono alla stessa funzione, ma permettono di farci apparire in nazioni diverse da quella in cui risediamo, proprio come fanno una proxy o una VPN. A differenze di quest’ultime, però, funzionano solo su certi siti, di solito i siti di streaming, e non hanno nessuno strumento di privacy o di sicurezza. Infatti non nascondono l’indirizzo IP, non hanno protocolli crittografici e quindi non garantiscono una navigazione anonima.

Indirizzo IP condiviso e dedicato

Navigando un po’ online tra i tanti servizi VPN disponibili si legge molto spesso un servizio, spesso con sovrapprezzo, di IP dedicato, un qualcosa classificato come un vantaggio da tutti i servizi VPN e che infatti ha un costo superiore. Cosa cambia tra un indirizzo IP dedicato e un IP condiviso? Semplice, un indirizzo IP dedicato è personale e utilizzabile solo da una persona, mentre l’indirizzo IP condiviso può essere utilizzato da più persone. Per esempio se una persone si connette ad un server VPN negli USA verosimilmente non sarà l’unica persona connessa a quel determinato server. Visto che quel server ha un suo indirizzo IP, tutti gli utenti collegati ad esso appariranno online con quel’indirizzo IP condiviso.

Se invece un utente ha un indirizzo IP dedicato, avrà sempre quel determinato indirizzo IP quando si connette a qualsiasi server VPN, non condiviso con nessun altro utente sulla rete. Avere un indirizzo IP dedicato ha vari vantaggi, il primo è a livello aziendale, molte reti aziendali bloccano l’accesso ad indirizzi IP che non sono interni all’azienda, con un indirizzo IP dedicato si può lavorare in smart working facendo credere ai server aziendali che si è all’interno dell’azienda. Un altro vantaggio è quello di non rischiare di finire nelle blacklist dei siti più importanti. Infatti, a siti come Netflix o Prime Video non piace molto la pratica di connettersi con delle VPN per consultare cataloghi esteri e fanno di tutto per bloccarla, quindi se vedono un picco di connessioni da determinati indirizzi IP potrebbero bloccarli e rendere il sito non accessibile. Gli svantaggi principali sono due: un indirizzo IP dedicato ha costi più elevati e si ha minore anonimato online poiché avendo sempre lo stesso indirizzo IP i siti possono tracciare i tuoi interessi e costruire un profilo su di te, anche se non sanno chi sei veramente.

Le migliori VPN del 2020

Dopo aver visto le caratteristiche principali che una VPN deve obbligatoriamente avere per essere inserita tra le migliori sul mercato, andiamo a vedere nello specifico i servizi più famosi e utilizzati nel nostro paese e non solo. Questi provider VPN sono tutti molto completi, offrono sostanzialmente lo stesso servizio, ma hanno prezzi diversi e dispositivi compatibili leggermente differenti, anche se in questo campo le cose si stanno man mano livellando. In ogni caso con tutti i servizi VPN elencati di seguito avrete un servizio ottimo, affidabile e sicuro, quindi vi basta continuare a leggere e scegliere quello più adatto alle vostre esigenze.

Surfshark: miglior rapporto qualità-prezzo del 2020

surfshark

Surfshark ha un’interfaccia molto intuitiva priva di complicazioni. Tutto ciò si vede sono le opzioni per “Connessione rapida” e “Tutte le posizioni”, accompagnate da un’icona Impostazioni e nient’altro.

Il servizio include OpenVPN UDP e TCP, i protocolli di sicurezza IKEv2, la crittografia AES-256 e un kill switch pronto a impedire la fuga dei dati se la connessione fallisce. Inoltre, Surfshark vanta un DNS privato e una coperta di sicurezza aggiuntiva tramite un doppio salto VPN. Per non parlare di una politica di registrazione in base alla quale vengono conservati solo l’indirizzo email e le informazioni di fatturazione. La connessione è molto veloce anche collegandosi a server su altri continenti. Utile ad esempio per l’accesso al proprio  account Netflix dall’estero.

Uno dei pregi di questo servizio VPN (oltre al prezzo) è il fatto che l’abbonamento copre un numero illimitato di dispositivi e servizi. Quindi, la VPN è utilizzabile con un unico account su tutti i dispositivi in possesso contemporaneamente che essi siano equipaggiati indifferentemente con Windows, Mac o Linux.

Surfshark offre una garanzia di rimborso di 30 giorni, dando tutto il tempo per provarlo prima di impegnarsi per un periodo più lungo. I piani annuali hanno un prezzo molto ragionevole.

NordVPN: Ottimo rapporto qualità/prezzo

NordVPN è probabilmente il servizio VPN più conosciuto e apprezzato nel nostro paese e non solo, offre un ottimo rapporto qualità/prezzo, grazie ad un servizio stabile e affidabile in ogni ambito. Questo servizio fa bene un po’ tutto, non si specializza in nulla, ma riesce a dare un’esperienza a 360 gradi senza evidenti punti deboli. Sicuramente una tra le migliori VPN in circolazione.

NordVPN: caratteristiche e prezzi

NordVPN

Le caratteristiche su cui punta NordVPN sono tante, la chiave è sempre una ed è ovviamente la sicurezza, colonna portante di un servizio VPN che ha come scopo proprio proteggere l’utente online. Inoltre NordVPN punta ad offrire la miglior esperienza online possibile, con la sua politica di internet super-veloce cerca di portare al minimo l’impatto che il processo di tunneling e di crittografia hanno sulla velocità della connessione internet. Anche la politica dei log è molto chiara, NordVPN non mantiene nessun log degli utenti, l’azienda non registra e trattiene in nessun modo i dati degli utenti, anche perché andrebbe a minare l’aspetto della privacy, così centrale quando si parla di VPN. In più il servizio mette a disposizione fino a 6 dispositivi connessi temporaneamente, che possono essere PC tramite applicazione o anche tramite l’estensione per il browser web, smartphone con la loro applicazione e anche tablet.

I prezzi sono concorrenziali, si va da un costo di 3-4 euro se si scelgono i piani a lunga scadenza per una protezione a lungo termine, a salire sui 10 euro per piani brevi di 1 mese. I piani a medio termine sono a 6 mesi ed hanno un costo compreso tra gli 8 e i 9 euro. Ovviamente più l’arco di tempo è lungo, più il prezzo è basso, quindi se si ha intenzione di utilizzare una VPN in modo massiccio conviene sottoscrivere un piano a lungo termine.

Compatibilità

NordVPN si può utilizzare con dispositivi diversi, quello più scontato è ovviamente il PC, che sia Windows, MacOS o Linux, dove è disponibile l’applicazione ufficiale per connettersi a tutti i 5400 e più server disponibili nel mondo. La protezione si amplia anche agli smartphone, anche in mobilità con i dati mobili, è presente ovviamente anche l’applicazione per tablet. Se non si vuole scaricare l’applicazione si può usare anche l’estensione per browser web, che quindi protegge e cripta il traffico del solo sito web e non quello di tutto il PC.

Localizzazione server di NordVPN

NordVPN è uno dei servizi con più server sul mercato, attualmente ce ne sono più di 5400 localizzati in 59 paesi in tutto il mondo, il che significa che virtualmente possiamo connetterci da quasi tutte le nazioni del globo. Ogni server gode di caratteristiche diverse, ci sono dei server che si limitano alle funzioni base, cioè instradare il traffico in ingresso e in uscita e crittografarlo, così da renderlo invisibile ad occhi indiscreti. Ci sono poi anche dei server più avanzati, che offrono la possibilità di connettersi con IP dedicati, il servizio di Double VPN che fa passare i dati attraverso due server NordVPN così da raddoppiare la sicurezza e offrono anche servizi aggiuntivi come il P2P per la condivisone sicura dei dati e l’offuscamento per navigare in paesi con delle restrizioni alla rete internet.

Tracciamento e registrazione dati

NordVPN è molto attenta al trattamento dei dati personali degli utenti, anche perché se un utente acquista un abbonamento di NordVPN lo fa sopratutto per questioni di sicurezza e privacy, ed è quindi importante non mantenere i log degli utenti. Non lasciare traccia online è molto difficile, tecnicamente con l’utilizzo di una VPN fidata e affidabile come NordVPN si può fare, ma visto che i dati passano dal server VPN proprietario di NordVPN, teoricamente l’azienda potrebbe registrare i log degli utenti e tracciare la loro attività online. Sulla politica dei log NordVPN è chiara, non registra nessun dato personale o di navigazione degli utenti, solo il minimo indispensabile per far si che il servizio funzioni a dovere.

Supporto a reti P2P

Il supporto a reti P2P è presente nei servizi di NordVPN ed un punto molto importante della loro offerta. Una rete Peer-to-Peer permette di scambiare dati tra gli utenti della rete in modo semplice e veloce, ma è un meccanismo che negli anni è stato visto sotto una brutta luce per colpa della poca sicurezza che offre, visto che chiunque carica o scarica dati da un server P2P può vedere gli indirizzi IP degli altri utenti. Ecco perché molti server di NordVPN offrono anche un’esperienza P2P sicura, mascherando il nostro indirizzo IP, criptando tutto il traffico in entrata in uscita e salvaguardando la nostra privacy, il tutto riducendo al minimo l’impatto sulla velocità di download o upload.

ExpressVPN: Veloce, sicura e affidabile

ExpressVPN

ExpressVPN è un altro servizio di rete privata molto conosciuto e apprezzato ed è tra le migliori VPN in circolazione. Nella pratica il servizio è sempre lo stesso, ovviamente, ma ogni azienda ha le sue caratteristiche i suoi punti di forza. ExpressVPN sul suo sito ha molte informazioni e un supporto per moltissimi device, ma lo vedremo meglio di seguito.

ExpressVPN: caratteristiche e prezzi

ExpressVPN si pone come obiettivo di essere il servizio VPN più veloce sul mercato, che quindi va ad incidere meno sulla nostra connessione e ci permette di navigare online senza problemi. L’attenzione alla velocità è anche testimoniata dallo speed test integrato direttamente all’interno dell’applicazione per PC, che ci permette di sapere quanto è veloce la nostra rete.  In più ExpressVPN supporto la tecnologia del tunnel diviso, chiamato split tunneling, del kill switch, cioè mantiene al sicuro i nostri dati anche se la connessione al server VPN si interrompe improvvisamente, e supporta la miglior crittografia attualmente disponibile, cioè l’AES a 256 bit.

I prezzi sono leggermente più alti rispetto ad altri competitori, in quanto si parte da circa 5-6 euro per piani a lungo termine, fino ad arrivare agli 11 euro dei piani mensili. I piani a medio termine, 6 mesi, hanno un costo compreso tra gli 8 e i 9 euro.

Compatibilità

ExpressVPN è compatibile veramente con tanti dispositivi, sia con l’app ufficiale che con app di terze parti. La sua applicazione è presente sia su PC, che sia Windows, Mac o Linux, sia per smartphone, Android o iOS, ma anche per Chromebook, Kindle Fire e Nook. Ci sono ovviamente anche le estensioni per Chrome e per Firefox. Il supporto si amplia a molti altri dispositivi che non ti aspetti, come le console, Playstation, Xbox, ma anche Nintendo Switch, le smart TV, la Fire TV Stick di Amazon e anche Apple TV.

In sintesi il servizio di Express VPN può essere configurato praticamente su tutti i dispositivi presenti a casa, per un massimo di 5 dispositivi utilizzabili contemporaneamente.

Localizzazione server di ExpressVPN

I server di ExpressVPN sono posizionati in 94 paesi in tutto il mondo, con 160 posizioni server VPN e più di 3000 server VPN. Fornisce meno server di NordVPN, ma permette di connettersi da molti più paesi del globo. Non tutti i server supportano tutti gli standard di crittografia più avanzati, quindi non tutti i server sono sicuri al 100%.

Tracciamento e registrazione dati

Come tutti gli altri servizi VPN, neanche ExpressVPN registra nessun dato sull’utente e sulla sua attività online. Gli unici dati che ExpressVPN spiega chiaramente di raccogliere sono le applicazioni attivate con successo, le date di connessione al servizio VPN, non gli orari, la scelta della posizione server VPN e il totale in MB dei dati trasferiti al giorno. L’azienda deve raccogliere questi dati per garantire il giusto funzionamento della rete, risolvere i problemi tecnici relativi alle applicazioni di ExpressVPN e fornire supporto tecnico.

Supporto a reti P2P

Sul sito ufficiale di ExpressVPN non è menzionato nessun supporto specifico per le reti P2P, anche se in ogni caso sarete protetti e anonimi anche accedendo a delle reti P2P. In questo campo NordVPN ha dei server P2P dedicati.

CyberGhost: sicura, affidabile e facile da usare

cyberghost

CyberGhost è uno dei primi servizi VPN ad essere uscito sul mercato, con esperienza di molti anni. Ovviamente data questa grande esperienza, CyberGhost è una scelta molto affidabile e apprezzata per quanto riguarda le migliori VPN. Il suo programma soddisfatti o rimborsati è di ben 45 giorni, contro i 30 della maggior parte dei concorrenti, e riesce a gestire fino a 7 connessioni contemporanee, mentre le altre VPN al massimo arrivano a 6.

CyberGhost: caratteristiche e prezzi

Qualche caratteristica chiave di CyberGhost è già stata data nel paragrafo precedente, con la possibilità di connettere fino a 7 dispositivi in contemporanea. Le altre caratteristiche di CyberGhost sono simili agli altri servizi VPN, Anche questo servizio utilizza la crittografia AES a 256 bit per i dati. In più promette di essere tra i servizi VPN più veloci, grazie alla posizione e alla qualità dei server, ai protocolli VPN più rapidi e alla tecnica del tunnel diviso, che adottano però tutti i servizi VPN più famosi.

I prezzi di CyberGhost sono leggermente più bassi dei concorrenti, si parte dai 2-3 euro circa per piani a lungo termine, circa 8 euro per i piani a medio termine di 6 mesi, mentre il prezzo per il piano mensile è il più alto tra i concorrenti, sta sui 12 euro.

Compatibilità

A livello di compatibilità CyberGhost può essere paragonato a ExpressVPN, infatti c’è il supporto per tantissimi dispositivi, praticamente tutti quelli che potrebbero aver bisogno di una VPN. Oltre alla solita app per desktop, Windows, Mac e Linux, e alla solita app per Android e iOS, c’è anche il supporto per Amazon Fire Stick e tutti i dispositivi Android TV, oltre ovviamente alle estensioni per browser web.

Localizzazione server di CyberGhost

Come estensione e numero di server CyberGhost è tra i migliori sul mercato, in quanto permette di connettersi da ben 90 paesi con più di 6228 server, ma ha solo 111 posizioni server VPN, meno di ExpressVPN. Sul sito ufficiale si può consultare la lista dei server uno per uno con tutti i servizi annessi.

Tracciamento e registrazione dati

Per tutte le aziende VPN la politica No Log è fondamentale, in quanto la privacy è uno dei pilastri del settore delle reti sicure. CyberGhost non tiene nessun dato dell’utente, eccetto i dati di cui ha bisogno per far funzionare bene il servizio e dare assistenza ai clienti, ma tutto in modo anonimo.

Supporto a reti P2P

CyberGhost supporta le reti P2P e ti protegge quando scarichi contenuti online non propriamente in maniera legale. Sulla lista dei server è indicato per ogni posizione se è presente o meno il supporto alle reti P2P e quindi la protezione mentre si scaricano i dati da servizi come torrent.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 08 2020
Link copiato negli appunti